Mutui: conviene tasso fisso o variabile dopo la crisi?

Dopo il taglio dei tassi della Banca Centrale Europea della settimana scorsa (ora i tassi sono al 2%) la domanda che si fa anche Virgilio economia vedo è: conviene un tasso fisso o variabile dopo la crisi?

I tassi BCE sono scesi e cosi’ dovrebbe fare  anche l’euribor per i mutui variabili (non sono la stessa cosa ndr) e anche l’Eurirs per i mutui a tasso fisso.

Non esiste garanzia che risalgano o scendano ancora anche se la seconda nel breve è più probabile: la risposta è ovvia per me, chi vuol stare tranquillo faccia un tasso fisso a condizioni ora più vantaggiose che solo sei mesi fa mentre chi è più “trader” scelga il variabile, lo stesso ragionamento fra comprare titoli di stato o azioni anche se ovviamente con un profilo di rischio mooolto più marcato 😉

Mutui: conviene tasso fisso o variabile dopo la crisi?ultima modifica: 2009-01-19T09:37:00+01:00da biker_hd
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Mutui: conviene tasso fisso o variabile dopo la crisi?

Lascia un commento